luna

luna

domenica 27 dicembre 2015

mercoledì 23 dicembre 2015

2015 Loc. Querciola - Monte Senario e ritorno....

Da La Querciola prendiamo in direzione di Vetta alle Croci e poco dopo sulla sinistra parte il segnavia bianco rosso n.14. In continua salita passiamo loc. Campolungo (villa) arriviamo alla strada asfaltata che prendendo a sinistra ci porterebbe a Bivigliano, noi dobbiamo prendere a destra e subito dopo a sinistra (catena) per sentiero n.14. Questo tratto in caso di terreno bagnato e molto scivoloso. Percorriamo il sentiero fino a intersecare il segnavia n.00 che prendiamo a sinistra per Monte Senario. Il sentiero da questo punto sale, scende, e risale per prati fino a trovare la strada asfaltata che prendiamo a destra per Monte Senario.
Per il ritorno seguiamo la solita traccia di salita fino a La Querciola.
La fitta nebbia che non ci ha mai lasciato ha condizionato il percorso scegliendo quello descritto.
La scelta invece era di fare il percorso ad anello tralasciando Monte Senario per passare da Il Pratone e da li scendere fino a La Querciola. Di questo percorso non posso fornirvi le tracce gps ma seguendo la carta 1:25000 e la descrizione che ho fatto nel febbraio 2005....apri collegamento, non ci dovrebbero essere problemi.




venerdì 18 dicembre 2015

Montespertoli anello di Lucardo "Dolce Campagna Antiche Mura n.2"

Iniziamo il nostro anello da via per Trecento sotto il borgo di Lucardo lasciando l'auto in uno slargo vicino ai campi ( sulla cartina frecce rosse di inizio e senso di marcia). Il percorso (sottolineato in blu) è per metà su asfalto  poco trafficato, l'altra metà è su larghe strade bianche. Ho messo come difficoltà medio perché i continui sali scendi alla fine si fanno sentire sulle gambe.
L'anello ormai non è più segnato ( sono rimasti alcuni segnali in piedi, mezzi rotti ) ma seguendo la traccia o la cartina di dolce campagna antiche mura è fattibile.

La bellezza dei luoghi  merita la fatica dei circa 21 chilometri 
Ore 5:30 - 6:00








giovedì 3 dicembre 2015

Sentiero dei Cavalleggeri anello 2015























Da loc. Reciso, non lontano dal paese di Populonia, si doveva prendere la strada sterrata, sicuramente una via tagliafuoco, contrassegnata come sentiero n. 300 che seguendo il crinale attraversa tutto il promontorio fino a (Piombino-Salivoli) Cala Moresca. 
Questa volta non volendo ci siamo trovati a fare il sentiero 303 che ci ha portati fino al monastero medioevale Benedettino (resti), continuato siamo arrivati ugualmente a ritrovare il sentiero 300 di crinale, che abbiamo preso a destra.
Dopo aver toccato il culmine scendiamo e poco prima di Salivoli un punto panoramico ci fà vedere tutto il golfo di Piombino e l'isola d'Elba. Continuando troveremo un bivio sulla destra sentiero n.304 che accorcerebbe il nostro giro ma il desiderio è di farlo per intero, quindi tiriamo a diritto. Poco dopo un nuovo bivio sulla destra, sentiero n. 305 che immettendosi direttamente sul sentiero dei cavalleggeri evita Cala Moresca. Noi abbiamo continuato diritto fino ad arrivare a un altro bivio sulla destra sempre sentiero 300 che seguiamo fino alla Cala Moresca. In questo punto alcune panchine invitano a un merendino con panorama. 
Da qui inizia il mitico sentiero dei Cavalleggeri segnavia 302 che con continui sali scendi attraversa nuovamente il promontorio lato mare fino ad arrivare, se uno vuole, al golfo di Baratti Populonia. 

Il sentiero prima largo poi sempre più stretto, si immerge  nelle più svariate piante di macchia mediterranea. La cartellonistica informativa, ben fatta, ci aiuta con foto a riconoscere le varie piante.(fino al fosso alle Canne siamo sul percorso botanico).
La prima località che troviamo è fosso alle Canne poi a un bivio sulla sinistra seguiamo il segnavia 302 che in 30 minuti di ripida discesa ci porta alla Cala San Quirico.
Al bivio successivo continuiamo a diritto sentiero 302 per la Buca delle Fate***** scogliera e panorama da sogno, cinque stelle nome appropriato. Il tramonto ci regala scene idilliache ma purtroppo si è fatto tardi e ritorniamo indietro per prendere il  sentiero 301 che in forte salita ci riporta fino a Reciso in 20 minuti circa.

dati gps scaricabili da Wikiloc