Libro Aperto

Libro Aperto
libro Aperto

giovedì 27 dicembre 2018

mercoledì 5 dicembre 2018

2018 Anello di Cintoia e dei Castelli




Il percorso e già stato fatto nel marzo 2012 e nel febbraio 2013 Se vuoi puoi aprire le descrizioni cliccando sulle date.
Vi ripropongo una nuova decrizione per delle piccole modifiche apportate al percorso 2018.

DESCRIZIONE

L'anello in gran parte passa sul tracciato della vecchia strada etrusca, poi romana e medioevale che scendeva verso Firenze per la valle di Cintoia.

Lasciamo l'auto a Mugnana ( fermata bus di linea) e proseguiamo fino all'omonimo Castello lo passiamo e continuiamo sulla  strada asfaltata. Poco dopo sulla destra troviamo il segnavia n. 18 che in ripida salita,oggi con terreno fangoso e dissestato, ci porta a Case al Monte, ruderi alle pendici di San Giusto. Proseguiamo in discesa su carrareccia e poco dopo, sulla nostra sinistra arriviamo a case Venagrossa un bellissimo casolare con panorama sulla valle di Cintoia. Scendendo arriviamo a La Panca  e continuiamo a diritto per asfalto, inboccando via Don Corrado Raspini. Poco dopo sulla destra la stradina asfaltata ci porterebbe a Cintoia Alta. Oggi abbiamo tirato a diritto proseguendo il nostro cammino. Al  bivio successivo giriamo a sinistra su sentiero che in ripida discesa e terreno fangoso e dissestato, ci porta al Castello di Cintoia del quale rimangono alcune mura, mentre il borgo del 1200 è ben restaurato e diviso in piccole proprietà. Scendiamo ancora e, prima di attraversare il ponte sul rio, giriamo a destra. Giunti in un prato, il sentiero sembra finire ma sulla destra c'è un piccolo passaggio tra le sterpaglie e un rivolo d'acqua che guadiamo facilmente per arrivare alle case Il Molino con un ponticino medioevale. Lo attraversiamo per passare il rio e continuare a diritto con  segnavia n 18.  Subito dopo sulla nostra destra  la  bella struttura di un B&B.(vecchio Mulino) con dietro un imponente muro a retta . Continuiamo in salita fino a un bivio: le indicazioni dicono di andare a destra nel bosco in ripida discesa, ma il fango e le sterpaglie ci fanno desistere. Il problema viene risolto continuando sulla strada fino a girare poco dopo sulla destra lungo un sentiero che ci riporta sul tracciato giusto del segnavia 18, peccato che anche questo tratto ci sia una frana che ha mangiato quasi tutto il sentiero lasciando solo una piccola traccia che percorriamo con attenzione. Siamo in uno dei punti più significativi del percorso. con un ponte medioevale sul rio Sezzate abbellito da una cascatella. Continuiamo su quello che dovrebbe essere un tratto di lastricato medioevale  ancora ben visibile, oggi purtroppo devastato da piccole frane e solchi dovuti alle piogge dei giorni precedenti. Piu avanti un antico mulino (ruderi).
Il percorso prosegue sul lato destro del rio. Proseguiamo fino a trovare case Filicaia con una importante fonte, poco dopo arriviamo al Castello di Sezzate, che possiamo ammirare solo dall'esterno. Qui  giriamo a sinistra scendendo lungo la viottola nei campi d'ulivo fino a raggiungere un nuovo rudere, si dice che fosse la casa dei gabellieri. Passiamo il rio Sezzate su un ponticello e continuiamo in ripida salita su terreno franoso e sconnesso arrivando di nuovo al castello di Mugnana, dove girando a destra sulla provinciale ritorniamo a Mugnana... punto di partenza.

DIFFICOLTA: E

ORE CAMMINO: 5 + soste
DISLIVELLO: m. 575
SCARICA TRACCIA GPS su Wikiloc



Relive 'Cintoia anello dei Castelli'

Powered by Wikiloc