Libro Aperto

Libro Aperto
libro Aperto

mercoledì 12 febbraio 2020

2020 Settignano

Questo percorso è stato fatto nel 2005 nel 2008 e nel 2011; oggi mercoledì 12 febbraio 2020 l'abbiamo ripercorso con più anni addosso, e di conseguenza con più fatica.
La bella compagnia e i panorami ci hanno ricompensato da ogni tipo di problemi.




2005 Poggio Pratone Guido Massimo e Carlo


2011 Guido e Renzo





Percorso:
Settignano m 170 - P.gio al Vento m 250 - Castel di Poggio m 350 - C. Montefanna m 500 - il Pratone m 702 - S. Clemente chiesa m 565 - P.gio delle Tortore m 513 - Ontignano m 260 C. Fioravanti m 306 - P.gio al Vento - Settignano.

Carta: dei sentieri della Provincia di Firenze 03- Firenze e Val di Sieve
D.R.E.AM italia scala 1:25000 del CAI Firenze
Ore cammino: 6:30 + soste. totale 7:30
km: 16

Descrizione: 
Lasciamo l'auto al cimitero di Settignano, prendiamo il sentiero n.1 in salita fino a P.gio al Vento, superiamo la villa e sulla destra prendiamo il sentiero n.2 ( podere la Fonte ) fino alla strada asfaltata di Castel del Poggio, la seguiamo a destra e poco dopo, sempre sulla destra, continuiamo con il sentiero in salita fino a trovare una prima strada asfaltata, l'attraversiamo e continuando a diritto con il sentiero, arriviamo a una seconda strada asfaltata, la prendiamo a destra e fatti pochi metri arriviamo a M.Fanna,e giriamo a sinistra per il sentiero n.2 (strada bianca in salita), per Poggio Pratone.
Dopo aver ammirato il panorama che si vede dalla cima, torniamo indietro fino alle antenne e prendiamo il sentiero a sinistra n.3 che in discesa, aggirando il campo del tiro alla quaglia, si arriva a S. Clemente. Passiamo l'edificio e giriamo a destra, sempre con il sentiero n.3 fino ad arrivare a Poggio delle Tortore: grande croce di legno e ferro, in un grande prato, dove troverete cartelli indicatori sentiero n.5 per Ontignano.
Continuiamo ora in ripida e sconnessa discesa fino alla strada bianca, la prendiamo a destra e in breve arriviamo a Ontignano. Prima delle case e della chiesetta, c'è un ponte che attraversa il Fosso Cucina che regala una bella cascata di acqua prima di buttarsi sul Torrente Sambre.
Da Ontignano, prendiamo il segnavia n.6 in salita, arriviamo così a C. Fioravanti e subito dopo alla strada asfaltata; la prendiamo a sinistra, al primo bivio a destra e subito dopo a sinistra, troviamo il sentiero n.2 che in discesa nel bosco: attenzione ai segni, ci riporta a P.gio al Vento e infine a Setignano per il sentiero n.1.


Dati GPS








giovedì 6 febbraio 2020

2020 San Gusmè

Luoghi ameni pieni di storia e cultura di una bellezza unica:

San Gusmé borgo fortificato, Campi località da scoprire, Montebenichi borgo fortificato anch'esso da scoprire per storia e bellezza architettonica, La Pieve di Santa Maria Assunta di Altaserra probabilmente di origine paleocristiana.

PERCORSO
San Gusmé - La Casaccia - Campi - La Madonna - Rosennano - Montebenichi - Pieve S.Maria Assunta di Altaserra Villa d'Arceno - San Gusmé.

[per sapere di più apri i collegamenti sulle frazioni sopra].


apri le foto 2020

apri le foto 2018

DESCRIZIONE:

Lasciamo il nostro mezzo al posteggio sotto le mura di San Gusmé [wp01 km.00]. In salita prendiamo la SP73A asfaltata e la seguiamo per circa millesettecento metri fino a un bivio  che prendiamo a sinistra [wp02 km.1,7]. Seguiamo la stradina bianca fino ad arrivare al borgo di Campo con chiesetta [wp03 km.1,9]. Proseguiamo e al bivio successivo andiamo a destra [wp04] fino a ritrovare la strada  provinciale asfaltata dove prendiamo a sinistra [wp05 km.2,2]. Da questo punto la descrizione del 2018 ha subito una correzione dovuta a una chiusura di una proprietà che ci permetteva di tagliare un tornante della provinciale. Come potete vedere mancano i wp6.7.8.Proseguiamo su provinciale con traffico veicolare assente per 1600 m. fino a trovare uno slargo dove lasciamo la provinciale e prendiamo la larga strada bianca a destra [wp09 km.3,8]. La strada è ben tenuta e il panorama è bellissimo, si vede anche il Monte Amiata. Continuiamo in discesa fino a trovare la località La Madonna [wp10 km.5,3]. Proseguiamo ancora e in falso piano arriviamo a Rosennano [wp11 km.10,7]. La strada ora è in discesa. La seguiamo fino a trovare il ponticello sul torrente Ambra, che attraversiamo  per poi girare a destra [wp12 km.8,6]. Siamo di nuovo in salita e arriviamo al bivio che a sinistra va verso il centro del borgo di Montebenichi, e a destra prosegue l'anello [wp13 km.10,6]. Proseguiamo in discesa su strada asfaltata e dopo circa 900 m arriviamo alla Pieve di Santa Maria Assunta di Altaserra. Scendiamo ancora fino a un tornante secco della strada. Noi proseguiamo a diritto su strada bianca [wp16 km.12]. Costeggiamo dei silos sulla nostra destra e proseguiamo fino a trovare nuovamente il torrente Ambra. Attraversato il ponte, giriamo a destra [wp17 km.13,5]. Proseguiamo in salita sempre su strada bianca e fatti circa km. 2 arriviamo in loc. Villa d'Arceno [wp18 km.15,6]. In fondo a una strada privata delimitata da muri a secco    si vede  la struttura della villa imponente, ma slanciata.  Continuiamo il nostro anello seguendo la strada bianca  di fronte a noi,  indicazioni San Gusmé,  e dopo circa km.1,4 di salita, arriviamo a una strada asfaltata che prendiamo a sinistra [wp19 km.17,1]. Ancora 600 m circa e siamo a  San Gusmé.

dati gps:










VIDEO PERCORSO IN 3D