Resceto - Via Vandelli fino al Passo della Tambura

Resceto - Via Vandelli fino al Passo della Tambura
Rifugio Nello Conti

giovedì 19 aprile 2018

2018 Castelfalfi anello 5




Mappa: nessuna mappa
Inizio percorso: Castelfalfi 
Percorso auto da Firenze: FI PI LI uscita Empoli Ovest seguire indicazioni Montaione
Percorso tipo: E
Chilometri: 20,7
Dati GPS: ore cammino in movimento 6:35
tempo totale con soste ore 7:50
Ascesa  m 618
Discesa m 628
Strumento usato: Garmin gpsmap 64s
Raccomandazioni  Fate l'anello in primavera o autunno evitate l'estate troppo caldo.
fornitevi di acqua a sufficenza, evitate di farlo se è piovuto c'è molto fango ....argilloso.

DESCRIZIONE

Arrivati a Castelfalfi lasciamo l'auto al parcheggio e prima di partire andiamo al bar che si trova sulla strada principale, prendiamo il caffè (ormai è un rito) e partiamo per il nostro anello BAR [wp1 km.0]. Su strada principale asfaltata ci dirigiamo in direzione Pontedera, la percorriamo per circa 800 m e giriamo a sinistra [wp2 km.0,8] in via Puccetta. Seguiamo la strada asfaltata in discesa, superiamo l'ingresso ai campi da Golf e proseguiamo fino a un bivio dove giriamo a sinistra [wp3 km 1,1]. Poco dopo al wp4 ci troviamo di fronte due strade bianche parallele; noi dobbiamo prendere quella di destra ignorando le segnalazioni che mandano a sinistra. Percorriamo circa 350 m e al [wp6 km 3,3] continuiamo diritto. Dopo km 1,2, al bivio prendiamo a diritto [wp7 km 5,4] e, dopo 700 m circa, passiamo un corso d'acqua. Al successivo bivio [ wp8 km 6,1]  giriamo a sinistra. Proseguiamo per 150 m e, facendo attenzione, prendiamo il largo sentiero a destra [wp9] inizialmente in piano. Proseguiamo nel bosco fino al bivio dove giriamo a sinistra [wp10 km 6,9]. Percorriamo  900 m e giunti a un bivio prendiamo a destra [wp11 km 7,8]. Facciamo ancora 1400 m su terreno argilloso e al successivo bivio continuiamo a diritto [wp12 km 9,2]. Camminiamo su strada bianca in salita, mentre alla nostra sinistra possiamo ammirare i meravigliosi Calanchi e dopo km 3,1 arriviamo sulla strada asfaltata in località Iano [wp13 km 12,3]. Per proseguire l'anello dobbiamo girare a sinistra, mentre sulla destra entriamo nel piccolo borgo di Iano, punto sosta con panchine, tavolo, bar e ristorante [wp14]. Proseguiamo su asfalto e incontriamo sulla sinistra il primo punto di deviazione che noi non abbiamo preso, e fatti circa km 2,2 da Iano giriamo a sinistra [wp15 km 14,4] su strada bianca. Iniziamo una lunga e difficoltosa discesa con terreno smosso e poche segnalazioni bianche rosse che richiedono attenzione, soprattutto per chi non ha un gps. Arriviamo all'antico borgo di Vignale [km 16] con il campanile della chiesa ancora in piedi, mentre tutto il resto sono ruderi. Proseguiamo ancora in discesa e a un tabernacolo giriamo a destra [wp15a] (probabilmente questo è il punto dove arriva il tracciato della prima deviazione, dopo Iano, che noi non abbiamo fatto). Facendo ancora attenzione ai segni bianco rossi arriviamo al punto [wp16 km 17] dove prendiamo a sinistra un sentierino  in forte pendenza che ci porta a guadare il fosso [wp17]. Da qui iniziamo la risalita seguendo il sentiero che al momento del nostro passaggio era quasi completamente ostruito dai rami di un pino caduto. Fatti 600 m dal guado, in forte salita, arriviamo a un bivio dove giriamo a destra [wp18 km 17,7]. Ancora salita per 900 m e finalmente siamo sulla strada asfaltata che prendiamo a diritto [wp19 km 18,6]. Pochi metri e siamo alla Cappella del Lupo.  Facendo attenzione al traffico veicolare proseguiamo sempre su strada asfaltata e dopo km 2,1 siamo di nuovo a Castelfalfi.

DATI GPS




ALTIMETRIA PERCORSO PRINCIPALE. NELLA MAPPA IN GIALLO.




Nessun commento:

Posta un commento